• +39 340 8557721
  • info@servizinccverona.com

NCC abusivi a Verona crescono

NCC abusivi a Verona crescono

Gli NCC abusivi crescono in maniera esponenziale anche a Verona.

Segno dei tempi difficili?

Della crisi degli ultimi anni?

NO, segno di malcostume, arroganza e mancati controlli.

Basta sostare pochi minuti vicino la stazione di Verona e il via vai di pulmini, privi di “scudetto” e dei segni di riconoscimento propri degli NCC regolari, è lampante.

Anche in aeroporto non cambiano molto le cose con schiere di automezzi parcheggiati nella zona sosta breve accessibile a tutta l’utenza e non specificatamente riservata ai noleggiatori.

Clienti accolti con cartello di benvenuto al Gate degli arrivi e poi con grande naturalezza accompagnati in questa zona  di sosta per partire per le più disparate destinazioni.

NCC abusivi crescono anche a Verona.

Perché non ci sono controlli a riguardo?

Perché una persona, una struttura recettiva o un azienda decide di utilizzare questi improbabili personaggi?

Per il prezzo? Si è uno dei motivi.

Non dovendo rendere conto al fisco dei propri guadagni, vengono proposte tariffe inverosimili.

Nulla di nuovo. In tanti altri settori esiste questo fenomeno.

Questo però non significa rassegnarsi ad accettare questi comportamenti scorretti ed illegali.

Chiedetevi cosa potrebbe accadere in caso di incidente…

  • Saranno assicurati? Spesso NO.
  • Hanno mezzi regolarmente revisionati e manutenzionati per garantire la sicurezza? Spesso NO
  • Possono garantire un servizio adeguato allo standard della categoria? NO

Fatte queste considerazioni pagare il prezzo regolare diventa sicuramente più conveniente.

Non  è solo per il prezzo però.

Il presupposto di base a questo fenomeno resta sempre e comunque l’ignoranza dei committenti e non da meno degli abusivi.

Cominciamo a prendere consapevolezza di questi aspetti;

le brevi considerazioni fatte in queste poche righe non sono un argomentazione di vendita o di promozione dei nostri servizi;

sono semplicemente un segno di ribellione a questi comportamenti illegali… un segno di civiltà.

 

 

 

paolo.agatoni